Archivio della categoria: Assemblee Pubbliche

942643_4858099405906_1431785015_n-2

Matera. Amare la propria città significa anche esprimere la propria opinione.

di Roberto Colucci

MATERA. 28.4.2013

A quanto pare non è vero che l’antipolitica stia vincendo, anzi. Sta vincendo la voglia di cambiamento, oltre che la volontà di esprimersi che unisce la gente comune. Perché ormai la politica non può più stare nelle sue fortezze a guardare impettita e disinteressata ciò che accade in piazza. Perché in questo secondo decennio del XXI Secolo, tante cose sono arrivate ad un certo livello di maturazione, che probabilmente poteva essere inaspettato da chi si era abituato ad altri sistemi di partecipazione.

Nel 2013 il cittadino medio ha informazioni più dettagliate ed idee più chiare, riguardo ciò che attiene all’amministrazione della cosa pubblica. La rivoluzione di internet, la grande risorsa del web, oltre che l’abnorme quantità d’informazioni fornite dai mass media classici, ha portato i cittadini ad osservare e a studiare attentamente ogni azione di politici ed amministratori. Questi ultimi si trovano perciò sotto una lente d’ingrandimento attenta ed a volte intransigente. A tenere in mano la lente è proprio il semplice cittadino, che può essere più o meno attento, ma che chiede di partecipare. E se la politica non riesce a parlare nel modo adatto ai cittadini, noi proviamo a raccogliere pareri, idee, critiche, proposte, che provengono dai semplici cittadini, e ci proponiamo di portarle all’interno dei “palazzi del potere”. Aveva funzionato alla grande, la prima “assemblea pubblica” di Profumo di Svolta, e per tutti questi motivi abbiamo deciso di riproporla: domenica 28 Aprile, alle 17:30, eravamo di nuovo in cerchio, in Piazza Vittorio Veneto, per un momento di democrazia importante.

Ancora una volta è stato Giulio a rompere il ghiaccio, leggendo Continua a leggere

883600_415436011886328_1270676047_o

Matera. Semplicemente assemblea pubblica.

– Rob, questa cosa bisogna farla, anche se rischiamo di fare una figura di merda… Una comunità ha bisogno anche di questo: un momento per confrontarsi, fuori da qualsiasi schema, riprendendosi la piazza… il luogo di discussione per eccellenza.
– Giusé, per fare una cosa del genere servono tre cose: competenza, dialettica e palle. Le prime due, su per giù, ce le abbiamo… organizziamo manifestazioni in piazza con gli studenti da qualche anno…
– Si, in effetti è proprio la terza che mi preoccupa…
– Giusé, se non avessimo avuto le palle, adesso Profumo di Svolta non sarebbe stato…
– Hai ragione Rob. Allora lo proponiamo agli altri…
– Si. E come la chiamiamo?
– Io direi semplicemente Assemblea Pubblica

– Ragazzi, che ne pensate di organizzare un’assemblea pubblica? Si tratterebbe di…
– Facciamolo.
– Io ci sto!
– MI PIACE DA MORIRE!
– Ci sono assolutamente.
– Ok, allora appena siamo tutti giù di nuovo ne parliamo bene e ci ripromettiamo di organizzarla.

[MATERA. 2.4.2013]
di Giuseppe Cicchetti

E così oggi siamo in piazza Vittorio Veneto con uno scatolone bianco, che Paola e Giulio avevano personalizzato scrivendo ASSEMBLEA PUBBLICA – PROFUMODISVOLTA.IT (sarebbe stato il nostro silenzioso moderatore, che avremmo cominciato a passarci per prendere la parola e per rispettare il nostro turno… oppure semplicemente il nostro palchetto minimalista, come l’avrebbe descritto poi Vittoria). Giovanni B. ha appena sfidato il nostro coraggio, proponendoci di metterci in cerchio di fronte alla fontana Ferdinandea, guadagnando il centro di gravità della piazza, ma trovando qualche scusa abbiamo preferito un posto più defilato andando oltre l’edicola, accanto agli ipogei.

Giulio, l’ultimo arrivato (nel gruppo), è stato incastrato e ha dovuto rompere il ghiaccio, cominciando a leggere il famoso discorso di Pietro Calamandrei sulla Costituzione: un discorso pronunciato da un padre costituente agli studenti di un liceo, un pilastro dal quale ci sarebbe piaciuto cominciare.

“… dovunque è morto un italiano, per riscattare la libertà e la dignità: andate lì, o giovani, col pensiero, perché li è nata la nostra Costituzione.”

E mentre si concludeva il nostro applauso rivolto a Calamandrei, ma soprattutto al coraggio di Giulio, ci rendevamo conto che qualcuno di coloro che passeggiando si erano accorti che qualcosa di inusuale stava accadendo, si era fermato affianco a noi. Continua a leggere

564495_415479068548689_595740277_n

Assemblea pubblica. Esprimere il proprio pensiero. Ci vuole poco, facciamolo.

di Giulio Traietta

Conoscete quella sensazione di quando vorreste dire qualcosa di importante, ma stranamente non ci riuscite? Quando senti il dovere di far ascoltare la tua voce, ma qualcosa ti blocca? Quando vuoi far qualcosa per te e per gli altri, ma trovi un muro d’innanzi a te?
Bene. Se hai mai provato una sensazione simile, allora dovresti sentirti come tutti o quasi, i cittadini di Matera.

ORE 17:15, PIAZZA VITTORIO VENETO – il cuore della Città dei Sassi
Il gruppo di profumodisvolta.it organizza una “assemblea pubblica“, una semplice discussione su temi di attualità sia a livello nazione sia a livello locale.

Niente megafoni, niente flesh mob, niente cortei, nulla per attirare l’attenzione. Soltanto parole e idee. Un sano e semplice dibattito a cui chi vuole può partecipare, alla luce del sole e sotto gli occhi di tutti.

La curiosità echeggia nell’aria. Anziani signori sono attratti da questo gruppo di 7 ragazzi che, riuniti in cerchio, parlano tra di loro. Una coppia di giovani, che tranquillamente passeggiava per la piazza, si ferma. Ascolta. E’ interessata a ciò che si dice. Continua a leggere