Schermata 2013-04-19 alle 19.56.14

Interviste a Matera

Schermata 2013-04-19 alle 19.56.14

Raccogliamo in questa pagina le risposte a alcune interviste fatte a Matera. Possono essere, per noi di profumodisvolta.it e per tutti, un modo in più per riflettere, per confrontarci e per conoscere meglio le nostre esigenze di cittadini. Possono essere anche ottimi spunti per ragionare su singole tematiche: riflettere, scrivere, proporre, contestare, chiedere, esigere e rimboccarsi le maniche!

Vuoi rispondere anche tu alle nostre interviste, puoi farlo sulla pagina facebook, nei commenti qui sotto oppure inviandoci una mail a profumodisvolta@gmail.com

 

Cosa manca a Matera? La cosa più importante, la prima che ti viene in mente!

– Il lavoro. (Marco, 55 anni; Eustachio, 28; Giacomo, 32; Giuseppe, 80; Michela, 31)

– Divertimento, discoteche. (Giovanni, 25 anni)

– Luoghi di incontro e di divertimento. (Michela, 17 anni)

– Un buon sistema di trasporti. (Domenico, 19 anni)

– La ferrovia. (Francesca, 25-35 anni; Michela, 50)

– La rappresentanza politica adeguata e lo spirito associativo. (Adriano)

– I bagni pubblici. E le panchine nei Sassi.

– Una scuola di qualità, il lavoro e la ricerca. (Paolo, 40 anni)

– Luoghi di aggregazione. (Giuseppe, 19 anni)

– Punto di ritrovo per i giovani. (Manuele, 24 anni)

– Un centro sociale.

– Luoghi di aggregazione per i ragazzi. (Marta, 17 anni)

– A mio avviso a livello fisico, a parte le infrastrutture, non manca nient’altro. E’ a livello immateriale che ci manca tantissimo: innanzitutto senso civico, amore per la città, spirito di appartenenza e mentalità vincente compresa la consapevolezza delle proprie grosse potenzialità, il funzionamento di una comunità non c’è dubbio passa tutto da lì! (Massimo, 24 anni su facebbok)

– La passione! (Nico su twitter)

– Il metronomo. Non puoi sempre usare un tempo, a volte devi accelerare con costanza. (Piero su twitter)

– La curiosità di capire ció che non si conosce. (Raffaella su twitter)

– Un piano urbanistico. (Patrizia sul sito)

– A volte un po’ di umiltà, a volte la voglia di mettersi in gioco veramente; a volte il rispetto per la propria storia. (Lorenzo su twitter)

 

Quale sarebbe la prima cosa che faresti, se fossi sindaco di Matera?

– Saluterei gli impiegati. (Marco, 55 anni)

– Mi impegnerei per dare più lavoro ai giovani. (Giovanni, 25 anni)

– Mi impegnerei per mantenere le strade pulite. (Michela, 17 anni)

– Mi impegnerei per ottenere la stazione ferroviaria e infrastrutture migliori. (Domenico, 19 anni; Paolo, 40)

– Mi impegnerei per far riparare le strade cittadine. (Francesca, 25-35 anni)

– Mi impegnerei per il corretto uso degli strumenti urbanistici. (Adriano)

– Farei ogni mese insieme alla giunta un’assemblea pubblica con i cittadini per cercare un rapporto diretto con loro. (Giuseppe. 19 anni)

– Mi impegnerei per migliorare il turismo. (Eustachio, 28 anni)

– Mi impegnerei per educare alla civiltà chi porta a spasso i cani. (Michela, 50 anni)

– Mi impegnerei per pulire e mantenere puliti i Sassi. (Manuele, 24 anni)

– Mi impegnerei per far nascere un centro sociale, come previsto dallo statuto comunale.

– Dialogherei con i cittadini. (Giacomo, 32 anni)

– Mi impegnerei per dare più attenzione ai giovani. (Marta, 17 anni)

– Mi impegnerei per garantire opportunità ai giovani. Terrei molto in considerazione le scuole e la pulizia delle strade. (Giuseppe, 80 anni)

– Mi impegnerei per creare posti di lavoro. (Michela, 31 anni)

 

Cosa dovrebbe offrire Matera a chi è più giovane?

– Più aree per i giovani, spazi verdi e luoghi di interesse. (Marco, 55 anni)

– Luoghi di divertimento. (Giovanni, 25 anni)

– Un’università di qualità. (Michela, 17 anni)

– Eventi e luoghi di incontro. (Domenico, 19 anni)

– Concerti e eventi culturali. (Francesca, 25-35 anni)

– Dovrebbe incentivare gli eventi e la vita attiva in città. (Paolo, 40 anni)

– Incentivare gli eventi culturali a 360 gradi, anche con bandi particolari. (Giuseppe, 19 anni)

– Una buona università. (Michela, 50 anni)

– L’intrattenimento. (Eustachio, 28 anni)

– Cultura. (Manuele, 24 anni)

– Iniziative di qualsiasi genere e un’università di qualità. (Marta, 17 anni)

– Lavoro. (Giuseppe, 80 anni)

– Eventi e soprattutto più musica dal vivo. (Michela, 31 anni)

Un pensiero su “Interviste a Matera

Cosa ne pensi tu?