Archivio tag: Manifesto

Schermata 2013-10-14 alle 19.57.23

La prima edizione del giornale di Profumo di Svolta

Per chi segue già profumodisvolta.it sul web non sarà una novità.

Questa è la prima edizione del nostro giornale. Lo abbiamo stampato e distribuito durante la presentazione di Graffiamoli Via! e è rivolto soprattutto a chi non utilizza i social network e non ha avuto l’occasione di conoscerci.
Gli articoli sono tutti presenti qui sul nostro sito al link indicato alla fine della colonna.

L’unica novità è l’editoriale, scritto da Franco Palazzi.
Buona lettura!

Download (PDF, 1.97MB)

L’editoriale

di Franco Palazzi

Dicono che per cambiare il mondo prima occorra cambiare se stessi, come se le due cose fossero separate da barriere invalicabili. Forse per incoscienza dovuta all’età, o magari solo per una giusta intuizione, da qualche mese abbiamo deciso di provare a fare entrambe le cose contemporaneamente. “Mondo” per noi significa soprattutto una città, Matera, che amiamo. Un luogo con potenzialità immense ed in buona parte tuttora inespresse, che merita di essere vissuto e gestito meglio. Non si tratta di un compito interamente delegabile ad amministratori, ma di una missione che deve partire dai cittadini. Vogliamo impegnarci per rendere Matera più accogliente e verde, maggiormente rispondente alle necessità dei cittadini, meglio inserita in una dimensione internazionale, vicina ai principali circuiti artistici e culturali. Lo facciamo perchè l’Italia ed il suo Meridione in particolare non sono più luoghi in cui aspettare che le cose giuste vengano realizzate da altri. Lo facciamo, da giovani, anche per riprenderci una fetta del nostro futuro. L’unica nostra certezza, in tutto questo, è che non ce la faremo andando da soli. Per questo animiamo un blog (www.profumodisvolta.it) e da oggi proviamo a diffondere le poche certezze ed i tanti dubbi che stringiamo fra le mani anche con l’ausilio della carta stampata. Scriveva Antonio Machado: “Viandante, non c’è via/ la via si fa con l’andare”. Speriamo di, cuore, di avervi come compagni di viaggio.

 

fabrizio-barca

Barca e il suo partito preso. Si, perché ci ha preso…

di Giuseppe Cicchetti

Barca e il suo partito preso. Si, perché (secondo me) ci ha proprio preso…

Facciamo una premessa.
Sono uno studente di economia, ho quasi 20 anni e non ho alcuna voce in capitolo.
L’altro ieri, il ministro Fabrizio Barca ha pubblicato un documento “Un partito nuovo per un buon governo – Memoria politica dopo 16 mesi di governo” e ho pensato di leggerlo. Ho seguito Barca e il suo Ministero per la Coesione Territoriale in questo periodo di governo: i progetti innovativi, il modo di rapportarsi con la popolazione, i cittadini e gli amministratori delle realtà in cui veniva ospitato, i rapporti con il ministro Profumo e il MIUR (che, da presidente della Consulta degli Studenti di Matera e di Basilicata, avevo imparato a seguire), la sua visita nella mia città, le Smart Cities ecc… Tutto ciò mi aveva incuriosito molto e, divenuta abbastanza alta l’aspettativa su di lui e sul suo annunciato Manifesto per un partito di sinistra che avrebbe dovuto cambiare per inseguire come fine principale il “buon governo”, ho deciso di scaricare il documento e studiare tutte le 55 pagine come se fosse stato un libro di testo su cui preparare un esame.

Continua a leggere